alec ash - lanterne in volo - china - beijing - millenials

Lanterne in Volo, il romanzo di Alec Ash, inizia con l’immagine di un ragazzo, Dahai, che, pala in mano, scava alla ricerca di un diario sepolto 10 anni prima. Poche righe per introdurre quello che è il racconto delle vicende di sei giovani cinesi dalla loro nascita, tra il 1985 e il 1990, fino ai giorni nostri.

I protagonisti sono:

  • Dahai, nato nello Hubei, figlio di un militare
  • Xiaoxiao, nata nello Heilongjiang e proprietaria di un negozio di abbigliamento a Harbin
  • Fred, nata sull’isola di Hainan, figlia di un funzionario del Partito
  • Snail, nato nell’Anhui e vittima della dipendenza da videogiochi online
  • Lucifer, nato nello Hebei e aspirante rockstar internazionale
  • Mia, nata nello Xinjiang e fashion stylist

Le loro storie così diverse e provenienti da origini e percorsi così lontani, hanno come sottofondo comune la città di Pechino, dove tutti e sei, ad un certo punto della loro vita, si trovano a vivere e a venire in contatto con lo scrittore.

Alec Ash è uno scrittore e giornalista che lavora a Pechino dal 2008, da quando aveva appena 22 anni. La sua voce, nel libro, è distante ma piena di dettagli nel raccontare le vicende di ognuno senza tralasciare il sentimento dei suoi protagonisti. Nei vari capitoli è forte il bagaglio di cultura dei paesi d’origine che ogni personaggio si porta dietro anche nella nuova vita nella capitale.

alec ash - lanterne in volo - wish lanterns - china - beijing

Alec Ash dice:

Uno dei motivi per cui ho scritto questo libro è che avevo l’impressione che i giovani cinesi fossero ritratti quasi sempre con pochissime pennellate e molte esagerazioni. […] Volevo mostrarli come una generazione di individui, con più speranze e fragilità in comune con noi di quanto potremmo immaginare. È una generazione di passaggio, la testa di ponte del cambiamento in Cina, lento o repentino che sia. Millenial che si affacciano all’ età adulta nel momento in cui il loro Paese diventa una potenza mondiale.

E tutto questo è papabile tra le pagine. Ci riconosciamo nelle angosce post-universitarie di ognuno dei protagonisti e quando leggiamo il romanzo, un po’ ci sembra che le storie di questi Millenial, miei coetanei, siano anche le nostre storie!

Nel libro c’è tutto questo ma anche di più. Ci sorprendiamo con Fred quando giunta alla Beida (Beijing Daxue ????) scopre delle vicende di Tiananmen e si sente tradita dal suo Paese, ci commuoviamo quando la nonna di Xiaoxiao le pone la fatidica domanda piena di angoscia “Ti vedrò sposata, finché sono ancora viva?” e ci emozioniamo tra i mille tentativi di Lucifer di sfondare nel mondo della musica.

lucifer - rustic - wish lanterns - alec ash - china - beijing
Lucifer, frontman dei Rustic . 1 Febbraio 2013 da [My Weekender] with Lucifer di SmartBeijing.com
Ma poi ci sono anche le manifestazioni che ricordiamo, come la Rivoluzione degli ombrelli di Hong Kong del 2014 o i programmi che guardiamo come The Voice (of China). Questo libro parla dei nostri giorni, della nostra storia, solo che il punto di vista questa volta è dall’ altra parte dell’Oceano e ha gli occhi a mandorla!

La popolazione imperscrutabile e la civiltà mai veramente compresa, diventa, grazie alle parole di Alec Ash, più vicina e comprensibile che mai!

luoyang - china - alec ash - wish lanterns - beijing

Ho adorato questo libro fino all’ ultima parola.

Le storie dei protagonisti si intrecciano nella storia contemporanea della Cina. Lo sfondo delle vicende è il repentino cambiamento di questo stato e il divario sempre più ampio tra campagna e città, povertà e benessere, tradizione e modernità.

Dahai, Xiaoxiao, Mia e gli altri non incarnano solo la generazione dei Millenial che vive sui Social ed è in contatto con il mondo intero. Tutti loro rappresentano anche la loro famiglia, lasciata alle spalle in paesi lontani non solo geograficamente ma anche ormai culturalmente. Sono lo snodo tra ciò che la Cina era e quel che sta diventando.

Considero tutti e sei i protagonisti come parte della mia storia, ormai inevitabilmente, contaminata dagli eventi internazionali oltreoceano che hanno scandito la storia personale di ogni mio coetaneo. Ogni capitolo è intriso non solo della storia del protagonista ma anche dalla mia storia con la Cina. Mentre leggevo, ad ogni data mi ritrovavo a pensare dove fossi io quell’ estate o cosa stessi facendo in quel momento… e in molte occasioni mi ritrovavo a pochi metri (o km) dai protagonisti.

Ma non avevo mai conosciuto queste storie… non avevo guardato così a fondo…

Il guaio, quando si dice qualcosa sulla Cina, è che viene subito in mente un esempio che suggerisce il contrario. Generalizzare è da idioti. Diceva William Blake. Ma da singoli punti può nascere un’immagine e con sei note si compone una melodia. Nel raccontare queste vicende individuali, spero di essere riuscito a mostrare, più che a dire, cosa significa far parte di una certa generazione di giovani cinesi in questo momento della storia del Paese.

Nel libro viene citato lo School Live Bar, localino all’ interno degli hutong pechinesi, dove ho avuto il piacere di bere qualche birra quest’ estate. Leggi l’articolo dedicato alla mia prima giornata intera a Pechino e le indicazioni per arrivare in questo angolo punk rock.

Ghirigori-cornice-yajie

Informazioni Utili

Romanzo
ASH, A. Lanterne in Volo (add Editore)

Altri progetti
Alec Ash ha fondato nel 2012 The Anthill, sito letterario che raccoglie racconti, poesie e letteratura dalla Cina il cui motto è: “following narratives, not the news”. Tramite The Anthill, ha pubblicato While we’re Here, un’ antologia di 33 racconti e poesie.

alec ash - curiosità - lanterne in volo - wish lanterns - beijing - china