pioggia a pechino - beijing - china - travel - monk - lama temple - yonghe gong

L’ ultimo giorno che si passa in una città è sempre un po’ triste, come la pioggia, come l’ultimo giorno sotto la pioggia a Pechino… infatti pioveva, anzi diluviava!

L’ estate scorsa io e mio marito ci siamo avventurati in un viaggio in Cina di 12 giorni, dove, da Pechino, abbiamo raggiunto Shanghai attraversando Datong, Luoyang e Xi’an. Nei precedenti articoli ho già parlato di questo itinerario e, nel dettaglio, dei nostri tre primi giorni nella capitale (giorno 1, giorno 2 e giorno 3). Il quarto giorno sarebbe stato l’ultimo e i programmi erano tanti…

Ahimè però pioveva. Il Palazzo d’ Estate (Yiheyuan, ???), che ci eravamo tenuti per l’ultima lunga giornata di sole, è stato rimandato quindi a data da destinarsi e, durante il briefing mattutino (aka colazione), abbiamo rivisto tutto il programma del giorno, ripescando anche i due templi che non eravamo riusciti a visitare nella prima giornata.

Benvenute quindi:

  • Torre della Campana e Torre del Tamburo
  • Tempio Lama
  • Tempio di Confucio
  • Central Business District

Dalla nostra posizione all’interno degli hutong pechinesi, le tappe prefissate erano tutte raggiungibili a piedi e ci siamo quindi subito diretti verso le due torri, Gulou (??, Torre del Tamburo) e Zhonglou (??, Torre della Campana).

Entrambe le torri sorgono all’estremità dell’ asse centrale nord-sud della città (sulla stessa linea sorge anche la Città Proibita) e fanno parte della vecchia skyline di Pechino. Costruite nel 1272 e ricostruite ben due volte in seguito agli incendi, durante le dinastie Yuan, Ming e Qing fungevano da “orologi parlanti” tramite il rintocco della campana per segnalare il sorgere del sole e il battito del tamburo al tramonto.

pioggia a pechino - gulou - zonglou - beijing - travel - china
Torre della Campana (a sinistra) e del Tamburo (a destra)

Per quanto riguarda la Torre della Campana, la campana contenuta è la più larga e pesante della Cina, larga 7metri e pesante 63 tonnellate e viene suonata da un batacchio esterno di legno lungo 2 metri. Per quanto riguarda la Torre del Tamburo, invece, ospita un tamburo più grande e dei tamburi minori che sono andati a sostituire i 24 tamburi più piccoli originari.

? È possibile visitare entrambe le torri al prezzo di 30? (3,90€ circa) dalle 9 alle 17 ed è possibile assistere alle performance di tamburi durante i 7 spettacolo giornalieri (8 in periodo estivo).

Dopo aver visitato le torri (che meritano soprattutto per la vista sulla città), ci siamo subito diretti a piedi verso il Tempio Lama Yonghe Gong (Palazzo dell’Eterna Armonia, ???). Questa grande struttura composta da cinque corti in fila, è stata costruita nel 1694 e, sebbene originariamente fungesse da residenza ufficiale venne poi istituito a Tempio Buddhista (Lama) nel 1744 ed è tuttora abitato dai monaci.

pioggia a pechino - tempio lama - yonghe gong - beijing - china - travel -buddhism

All’ interno del Palazzo delle Diecimila Felicità si trova la maestosa statua di Maitreya (???), Buddha della benevolenza e della compassione. Questa statua in legno è alta ben 26 metri ed è ricavata da un unico tronco di legno! Decisamente imponente…

pioggia a pechino - maitreya - buddha - buddhism - yonghe gong - beijing - travel

A distanza di camminata, abbiamo raggiunto anche il Tempio di Confucio. Al centro della struttura costruita nel 1306 e restaurata più volte fino al 1916, si trova la Sala della Collezione dei Migliori dove sono conservate le 9 insegne d’ onore imperiali regalate dagli imperatori nel momento della salita al trono come segno di rispetto a Confucio. Inoltre, nelle gallerie di quella che è stata l’ Università Imperiale si trovano 190 stele con incisi i tredici classici confuciani.

pioggia a pechino - beijing - china - travel - confucius temple - confucianism

? Il prezzo del biglietto per questi due Templi è di 25? (3,20€ circa) per il Tempio Lama e 30? per quello di Confucio.

pioggia a pechino - punk rock noodle - restaurant - beijing - china - travelA questo punto, stremati dalla pioggia e in ritardo per il pranzo, abbiamo deciso di ritornare verso il nostro alloggio e di mangiare strada facendo. È a questo punto che ci ritroviamo in quello che è stato per noi (irriducibili metallers) il bar/ ristorante preferito di tutta Pechino: il Punk Rock Noodle (di cui parlerò approfonditamente nel prossimo articolo)!

Dopo un bel piattone di noodles con carne, un’ ottima birra e pure un cocktail in omaggio per il San Valentino cinese, eravamo pronti per ripartire!

È così che siamo arrivati al Beijing Central Business District (Beijing CBD, ???????) che ormai era buio. Il CBD altro non è che il centro nevralgico degli affari della capitale che si stende per 3,99kmq e comprende i grattacieli che compongono lo skyline della nuova Pechino. Si trova a est della città ed è raggiungibile sia con la Linea 1 che la Linea 10 fino alla fermata Guomao (???). Passeggiarci in mezzo la sera è un’esperienza strana… La pioggia a Pechino al tramonto è magica, le macchine sfrecciano nelle larghe strade e le punte dei grattacieli si perdono nella foschia. È stata di sicuro una passeggiata suggestiva…

pioggia a pechino - cbd - travel - beijing - china

Abbiamo invano cercato di andare nel bar dedicato alla serie TV americana Friends (il Laoyou Ji Theme Coffèe) dove tutte le cameriere rispondono al nome di Rachel, ma non l’ abbiamo trovato… peccato… qualcuno ne ha notizia?

Dopo questo buco nell’acqua (letterale) abbiamo battuto in ritirata e abbiamo passato l’ ultima nostra notte Pechinese nella nostra piccola cameretta negli hutong con il rumore della pioggia che sembrava quasi essere dentro la stanza.

L’indomani ci sarebbe aspettata l’ultima passeggiata per l’affollata Nanluoguxiang, lo shopping compulsivo dell’ultimo minuto e la colazione nel Cat Cafè più adorabile del mondo.

Poi alle 14.10 avremmo salutato Pechino prendendo l’autobus che ci avrebbe portato a Datong. Ah Datong… quanto ho amato Datong!

Se vuoi qualche dritta per dove passeggiare per una mezza giornata/ serata nel distretto di Dongcheng e in zona Sichahai, leggi l’ articolo dedicato. Se invece preferisci un resoconto dettagliato di una giornata intera nella capitale tra Tempio del Cielo, Parco Beihai e Wangfujing, leggi quest’ altro articolo. E perché non visitare la muraglia e la Città Proibita con un tour operator? Scopri la mia esperienza in questo articolo.

Se invece vuoi farti un’idea dell’itinerario completo del viaggio, qui puoi trovare città e attrazioni visitate.

Per il resto del viaggio invece, stay tuned…

Ghirigori-cornice-yajie

Informazioni Utili

  • Torre del Tamburo e Torre della Campana: Gulou Xidajie, Dongcheng Qu ???????? (h. 9.00-17.00)
  • Yonghe Gong (Tempio Lama): 12 Yonghegong Dajie, Dongcheng Qu ????????12?  (h. 9.00-16/ 16.30)
  • Tempio di Confucio: 13-15 Guozijian jie, Dongcheng Qu ???????13-15? (h. 8.30-18.00)

I grattacieli più importanti all’interno del CBD di Pechino sono:

  • il China World Trade Center Tower III
  • Beijing Yintai Centre
  • Beijing TV Centre
  • Fortune Plaza
  • CCTV Headquarters
  • Jing Guang Centre
  • China World Trade Center
  • SK Tower Beijing

itinerario - pechino - beijing - travel - china