natale-japan-china-asia-christmas-santa claus

Mancano solo un paio di settimane a Natale e qua in Italia siamo in pieno fermento! Luci, cioccolate, vin brulè e la frenesia dei regali ci terranno compagnia fino alla fine di queste festività.

Anche l’Asia, storicamente non a maggioranza cattolica, si sta ogni anno sempre di più conformando alla tradizione Natalizia grazie soprattutto ad una sempre più influenza del mondo occidentale. Se sei come me, stai impazzendo a cercare il regalo perfetto per ogni persona e stai cercando ispirazione a destra e a manca.

Diamo un occhio quindi a quello che si usa regalare per Natale in Cina, Taiwan, Giappone e Corea, chissà che ci salti fuori il regalo perfetto!

Cina

Sebbene in Cina, il giorno di Natale non sia una festività nazionale (a differenza di Hong Kong), questo è diventato negli ultimi anni, soprattutto nelle grandi città, un’occasione per riunirsi con famiglia e amici sia a casa che fuori dove ogni angolo è decorato da luci e addobbi festosi.
Qui la classica busta di soldi è sempre il regalo preferito per ogni festa (soprattutto il Capodanno). In Cina, questa busta viene chiamata hong bao ed è di colore rosso, il nome infatti significa proprio “busta rossa” e contiene tradizionalmente la banconota “rossa” da 100?.

natale-hongbao-christmas-presents

Taiwan

A Taiwan, il giorno di Natale è un giorno festivo, anche se solo per via della coincidenza con il Giorno della Costituzione. Tuttavia, sulla scia dei festeggiamenti occidentali, anche qui sono ormai diffusi i regali più comuni anche se dall’ aspetto più particolare… quindi lunga vita a tazze, cuscini e profumi!
Qui un divertente articolo dei 10 regali più scontati di Taiwan e i relativi commenti (c’è anche la carta igienica di Babbo Natale!)

Giappone

In Giappone, il periodo Natalizio, coincide con il più tradizionale scambio di regali chiamato Oseibo, uno scambio dedicato a ringraziare coloro per cui ci si sente debitori. Come per i regali Oseibo, i regali natalizi possono variare da oggettistica varia al cibo, fino anche alle bevande alcoliche. In Giappone però, la presentazione del regalo è importante tanto quanto il regalo stesso, se non di più. L’incartamento non è mai lasciato al caso e talvolta può persino indicare i sentimenti che si provano verso la persona a cui è indirizzato il regalo.

natale-furoshiki-japan-presents

Come incartano i regali i giapponesi? Leggi l’articolo sul Furoshiki!

Corea del Sud

Essendoci più cristiani nella Corea del Sud rispetto al resto dei paesi asiatici, qui il Natale è più sentito ed è infatti una festività nazionale. Lo scambio di regali però non è poi così diffuso, è usanza infatti ricevere un solo regalo dalla propria famiglia, al contrario di quello che succede in Italia dove l’area che circonda l’albero di Natale è sempre piena di pacchi e pacchetti anche quando il nucleo famigliare è di sole due persone!
Sebbene anche qui il regalo più adatto siano sempre i soldi, sono molto apprezzati anche regali dei brand più famosi. Essendo in Corea molto amati i brand (soprattutto quelli europei), spesso non conta neanche la tipologia di oggetto che si intende regalare, bensì il lusso che questo rappresenta.

Insomma, non so se ho le idee più chiare di prima su cosa regalare ad amici e familiari questo Natale ma di sicuro ho capito che la nonna, quando ci allungava la banconota sotto il tavolo ci aveva visto lungo… a quanto pare con la “busta rossa” non si sbaglia mai!

Ma d’altronde, se non passi la vigilia correndo tra i negozi affollatissimi a trovare quell’ unico regalo che ti faccia esclamare “eccolo è lui! E’ proprio quello che gli/le piacerebbe!” che Natale è?
E chi si vuole mai perdere il vin brulè a fine shopping, con mille buste e pacchetti e la consapevolezza di aver comprato un sacco di stupidaggini inutili ma bellissime…

Niente, anche per quest’anno andrò di rush finale…

Ghirigori-cornice-yajie

Informazioni Utili

Nella maggioranza dei paesi asiatici è usanza dare e ricevere i regali con entrambe le mani.

Ci sono inoltre alcuni regali comuni per molti paesi da evitare assolutamente come i crisantemi per il loro uso nei funerali, così come gigli, fiori di loto e camelie.
Un regalo da evitare in Cina invece è l’orologio considerato un regalo porta sfortuna per l’assonanza della parola “regalare un orologio” con “svolgere le pratiche per seppellire un parente” o l’ombrello per la sua assonanza con la parola “separare”.
In Giappone invece sono da evitare i biglietti d’auguri di colore rosso perché simili agli avvisi funerari.
Assolutamente da evitare ovunque sono anche i regali contenenti numeri sfortunati!